Spesso si sottovaluta l'operazione di "grabbaggio" o estrazione audio da un CD originale: nella maggior parte dei casi viene utilizzato (peraltro) l'ottimo software "Nero" con la semplice opzione di "salvataggio traccia" e in pochi minuti il gioco è fatto: ecco pronte le nostre tracce ricavate dal CD pronte per essere masterizzate!

Dimenticate tutto e ricominciamo d'accapo, perche se è vero che un CD originale costa diverse decine di euro (non parliamo poi del prezzo di un vinile) è anche vero che si tratta solo di sapere COME riuscire a fare una copia di un CD nel modo giusto. COME riuscire a ottenere una registrazione da vinile perfettamente uguale all’originale.
E' questa la sfida!

In questa sezione vedremo come riuscire a realizzare CD audio perfettamente identico all'originale senza necessariamente spendere cifre folli.

Prima di continuare è opportuno chiarire bene una cosa: fare copie di CD audio "può essere" un’operazione illegale. Ci sono casi in cui si può fare, certo.
La federazione della Pirateria Musicale offre una guida dettagliata a riguardo. Di seguito è possibile scaricare un documento che potrà farVi chiarezza in merito!

 
SCARICA LA NORMATIVA REDATTA
DALLA FEDERAZIONE
DELLA PIRATERIA MUSICALE

 

Noi ci occuperemo SOLAMENTE dell’aspetto tecnico della cosa, ovviamente!
Di conseguenza, d'ora in poi, quando parleremo di "copia di CD audio" daremo per scontato di trovarci in una delle possibili situazioni in cui l’operazione non costituisce reato.

Ecco quindi che abbiamo in mano il nostro CD originale.
Prima cosa: attenzione a come si maneggia! In un immediato futuro potremmo pentirci amaramente di non aver utilizzato semplici precauzioni causando graffi nella parte audio del CD.
Se notiamo delle ditate nel CD… si può rimediare: con un panno morbido (e senza usare solventi di alcun genere) si può procedere nel pulire il CD partendo dall’interno  verso l’esterno nella direzione del raggio del CD:
 


Questo perche, nel caso di un graffio sulla superficie del CD...
 


… il software presente all'interno del lettore CD che si occupa di risolvere "gli errori" è in grado di "capire" che, dove c’è il "buco", va sistemato un determinato dato.

Semplificando (non poco) supponiamo che, i dati PRIMA di un graffio siano 1, 2, 3, 4 e 5.
Poi si trova il graffio.
E quindi, di seguito, ci saranno i dati 7, 8, 9, e 10.
Il dato mancante che il lettore è in grado di "ipotizzare" sarà il 6!
Questo risultato è possibile grazie agli algoritmi di risoluzione degli errori, che sono in grado di "supporre" il dato mancante in base, appunto, ad appropriati algoritmi presenti nelle unita CD.
Pulendo quindi il CD nel modo corretto al massimo si "rovina" un singolo dato ma non tutta una riga consecutiva (una traccia) che sarebbe impossibile da recuperare:
 


Ecco emergere subito una prima differenza tra prodotti entry-level e prodotti hi-end: migliore è il lettore CD più sofisticato sarà l’algoritmo di risoluzione degli errori!
In pratica: con un lettore CD economico, di fronte ad un graffio di certe dimensioni sentirete il classico "salto" o comunque un difetto audio… con un lettore professionale avrete molte probabilità che il difetto possa venire risolto in fase di codifica degli errori! Scusate se è poco!

Quindi: importantissimo il LETTORE CON CUI SI ESEGUE la lettura del CD!
Molto spesso, infatti, si trascura il lettore CD concentrando la spesa sempre e solo sul masterizzatore: ma SCRIVERE BENE su un CD-R ha senso solo e se si è LETTO BENE dal CD originale, no?
E come si legge bene un CD audio?
Sembra banale, ma con un lettore CD.
Badate ho detto LETTORE CD non masterizzatore combo CD/DVD ne ho indicato un lettore DVD o un masterizzatore CD.
Un CD si legge al meglio solo con un lettore di SOLI CD.
Introvabili, spesso costosi, considerati "vecchi" dalle persone che non hanno competenza in materia, i lettori CD rappresentano il primo passo per un’accurata lettura del CD sorgente originale.

Attenzione perché se si tralascia questo punto diviene inutile continuare. Il suono "copiato" risulterà infatti, già irrimediabilmente "corrotto": l’hardware (anche molto costoso) che avete eventualmente "a monte" non servirebbe più a nulla…
Quale lettore CD quindi?
Apriamo una parentesi.

Esistono due tipi di periferiche (lettori CD, lettori DVD, masterizzatori CD/DVD, hard disk ecc…): le periferiche "tradizionali" (SATA o IDE) e le periferiche "professionali" (SCSI o SAS).
La maggioranza delle Persone non ha mai avuto a che fare con periferiche SCSI (o SAS). Qual è la differenza? Semplice: le periferiche SCSI non vengono collegate direttamente alla scheda madre del PC… ma vengono collegate ad una scheda a parte (che si chiama controller SCSI), sarà quest’ultima che andrà poi ad interfacciarsi con la scheda madre del PC:
 


La differenza a livello qualitativo delle due tipologie di periferiche è MOSTRUOSA.
Tipo Ferrari – Fiat.
Ma anche la differenza di prezzo è mostruosa (tipo Ferrari – Fiat!).
Una periferica SCSI viene progettata per un unico scopo: funzionare sempre e funzionare bene.
Tutti i produttori mondiali hardware propongono le periferiche migliori in configurazione SCSI o SAS. Quindi, a parità di produttore, questo offrirà, ad esempio, un hard disk di buon livello in configurazione SATA e un hard disk professionale in configurazione SAS.
Quindi miglior meccanica, componentistica elettronica selezionata, raffinatezza nelle funzioni di utilizzo, cura nei dettagli.
Un semplice lettore CD SCSI, ad esempio, offre raffinatezze persino nella parte posteriore:
 


Vedete? C’è un sistema di ventilazione, uscite multiple, alimentazione molto curata ecc.

Abbiamo detto che ogni periferica SCSI (SAS) va accoppiata al PC tramite un controller.
Vediamone un esempio:
 


Una bella spesa in più, certo: i controller buoni costano molto!
Vantano, però, caratteristiche particolari che li rendono unici:
- consentono di montare su scheda banchi di memoria RAM dedicati ad un uso supplementare e specifico ottimizzando l’interazione con la periferica;
- montano chip dedicati esclusivamente alla correzione degli errori garantendo un intervento più accurato;
- utilizzano, talvolta, protocolli particolari che GARANTISCONO il trasferimento dei dati (nel senso che danno conferma o errore in caso di problemi);
- gestiscono diverse periferiche in cascata senza provocarne alcun rallentamento (il buffer dei dati è garantito a tutte le periferiche collegate).

Anche i cavi utilizzati per il trasferimento dei dati sono, di solito, molto più curati e sempre di ottima qualità:
 


E come velocità pura?

Bisogna dire che, ultimamente, le periferiche SATA hanno accorciato parecchio le distanze: con l’introduzione del SATA 3.0 che vanta un transfer file di 6Gb/s le velocità teoriche sono notevolmente migliorate.
Ma, guardiamo più in dettaglio...
 

Interfaccia Transfer Reale Interfaccia Trasfer Teorico Trasfer Reale
Ultra2 SCSI 40 (MB/s) SATA 1.0 1,5 Gbps (192 MB/s) 1,2 Gbit/s (150 MB/s)
Ultra2 Widw SCSI 80 (MB/s) SATA 2.0 3 Gbps (384 MB/s) 2,4 Gbit/s (300 MB/s)
Ultra3 SCSI 160 (MB/s) SATA 3.0 6 Gbps (768 MB/s) 4,8 Gbit/s (600 MB/s)
Ultra-320 SCSI 320 (MB/s)      
Ultra-640 SCSI 640 (MB/s)      


...è facile accorgersi che le velocità "sbandierate" da tecnologie SATA dei nostri giorni (ad esempio) sono da equiparare a vecchie tecnologie in ambito SCSI dell'anno 2003: devo andare oltre?
Vi posso assicurare che la differenza in termini di velocità c’è e si sente. Si vede. Si apprezza.

Quindi: serve un lettore CD SCSI.
Tipo?
La PELLONIWEB utilizza il Plextor UltraPlex 40X:
 


Siamo di fronte ad uno dei lettori CD migliori che siano mai stati realizzati.
Le sue caratteristiche costruttive, la qualità dei suoi componenti e le caratteristiche tecniche che questo lettore è in grado di offrire EFFETTIVAMENTE sul campo hanno ben pochi rivali.

Quindi ora abbiamo il nostro CD originale posizionato all’interno del nostro Plextor.
E ora?
Ora bisogna procedere all’estrazione dell’audio.
L’estrazione (o grabbaggio audio) non si farà certo con Nero Burning ROM selezionando la voce "Salva tracce": si tratta, ahimè, di un’operazione molto più complessa se si vuole realizzare allo stato dell’arte.
Come?
Ci sono 2 software che consigliamo.
1)Plextor Utilities + Plextor Tools Professional.
Si tratta di software molto potenti ma che non analizzeremo di proposito in questo capitolo. Hanno, infatti, una limitazione piuttosto grande: effettuano un controllo hardware all’avvio e se non rilevano periferiche Plextor non si avviano (!).
2)Exact Audio Copy è invece un software gratuito compatibile con qualsiasi periferica! Da molti considerato come il miglior software di estrazione audio da CD… merita la nostra attenzione!

Utilizzare Exact Audio Copy non è particolarmente complicato, ma non è nemmeno come respirare: non si tratta di un'operazione istintiva come, più o meno, lo è ormai masterizzare un CD con altri software. Le molteplici opzioni che vengono offerte all'utente, infatti, si "pagano" dal punto di vista della complessità: settare tutti i parametri richiede un pizzico di esperienza.
Ma noi siamo qui per questo!

Come prima cosa scaricatelo (gratuitamente) dal nostro Sito Web:
 
 
SCARICA EXACT AUDIO COPY


Si installa tranquillamente in tutti gli ambienti Windows.

La cosa veramente figa di questo Software è la capacità di effettuare un auto-test della propria unità di lettura: prima di lanciare il software abbiate cura di inserire un CD AUDIO (POSSIBILMENTE ORIGINALE E IN OTTIME CONDIZIONI) all'interno dell'unità di lettura.
Ora lanciate il Software: il test evidenzierà le caratteristiche del Vostro lettore (e, ahimè, le debolezze!).

Terminato il test, ecco qualche dritta su come aggiustare il settaggio di alcuni parametri manualmente, tipo il Modo di Estrazione (cioè in che modo il programma estrarrà l'audio da CD):
 


Viene utilizzata la tecnologia EAC: il massimo per l'estrazione audio. Ecco come settare, nel particulare, tutti i parametri per un uso ottimale!
 


L'opzione "usa routine di riproduzione CD alternativa" si può abilitare se non si riesce ad ascoltare il CD.
Nella finestra Tools e Filename impostate come segue, mentre nella finestra Normalize disattivate tutto.
 


Estrazione accurata: Se abilitata il lettore CD cercherà di leggere nel miglior modo possibile l'audio;

Cache Audio : Il drive pre-carica in una memoria detta "cache" i dati audio, così' da velocizzare la lettura.
(E' meglio disabilitare questa caratteristica: se non avete un super ferro vi darà dei problemi).

Rilevamento Errori C2: Questa utile opzione serve a rilevare gli errori di lettura detti C2 e correggerli.
L'estrazione accurata quando incontra l'errore legge più volte la parte danneggiata cercando di eliminare l'errore; se non ci riesce (perché il disco è troppo rovinato) interviene l'opzione C2 interpolando il suono che si trova prima e dopo l'errore: avviene un mascheramento del difetto che, in questo modo, scompare.
Non tutti i Lettori CD supportano C2 (i Lettori CD degli Stereo usano la correzione di errore C1 più C2, ed è per questo che leggono senza difficoltà anche CD molto rovinati che il drive del computer legge con difficoltà e con errori)!
Detto ciò, se la rilevazione delle capacità del vostro Drive ha riportato che esso supporta l'estrazione accurata e la
correzione degli errori C2, allora abilitate le due importanti caratteristiche.
La velocità di lettura sarà più lenta ma né varrà la pena perché l'audio verrà estratto nel migliore dei modi.

Una chicca: sappiate che è non è sempre facile (soprattutto nei CD graffiati) che lo stesso file estratto due volte risulti sempre esattamente uguale.

Molto bene.
Abbiamo su hard disk il nostro audio grabbato alla perfezione: ed ora?
Ovvio: ora va masterizzato!

Le questioni da affrontare sono, banalmente, due: che tipo di masterizzatore utilizzare ma anche che tipo di CD-R vergine utilizzare.
Per quello che riguarda la scelta del masterizzatore, tutto quello che si è detto riguardo il lettore CD si può estendere tranquillamente al master. Come accennato in precedenza il "peso" del master è un po' meno "importante" di quello del lettore CD ma, naturalmente, utilizzare un buon prodotto per "bruciare" le tracce consente di ottenere risultati di primissimo livello. Mantenere costante la qualità anche a livello di masterizzazione e utilizzare ottimi CD-R vergini Vi farà ottenere un CD paragonabile ad uno originale.

Ora possiamo star qui a perderci in chiacchiere ed elencare numerose marche di masterizzatori... ma c'è poco da dire: il meglio è Plextor.

E se il Vostro Plextor è con tecnologia SCSI... beh... si arriva al top.
La PELLONIWEB utilizza un PlexWriter SCSI:
 


Un prodotto che solo chi ha avuto la fortuna di utilizzare SA come si comporta.
L'interfaccia è dotata di svariati led (di diverso colore) che offrono informazioni sullo stato della periferica in ogni situazione.
Precisione di incisione, meccanica affidabile, prestazioni costanti nel tempo e notevole gratificazione durante l'utilizzo: tutto questo è Plextor.
Ma attenzione: NON TUTTI I PLEXTOR!
Negli ultimi anni, infatti, la casa è stata ceduta ad altra ditta e viene mantenuta solo una sorta di "nome di facciata": i prodotti sono molto diversi.
Il prodotto deve essere:
1) masterizzatore ESCLUSIVAMENTE CD;
2) deve essere "made in Belgium": questa dicitura garantisce la produzione negli "anni giusti" in cui Plextor era davvero una marca di riferimento assoluto.
Un moderno masterizzatore Plextor DVD non farà, quindi, al caso nostro.

CD-R da utilizzare?
Premesso che i CD-R della Coop vanno bene per essere appesi agli specchietti delle auto, sconsiglio anche i famigerati Verbatim: anche questi ultimi non sono più "quelli di una volta": anche in questo caso la casa ha cambiato linea di produzione passando da punto di riferimento a marca assolutamente nella media.
I TDK dedicati all'audio non sono male e sono facilmente reperibili.
Anche i Sony audio dedicated non se la cavano male.
Ma se Volete il meglio ecco il nome che state cercando: Taiyo Yuden.
Punto di riferimento per la masterizzazione rappresentano il meglio che il mercato è in grado di offrire:
 


Inutile dilungarsi oltre sulla scelta del supporto: la marca migliore è Taiyo Yuden.

Quindi... il nostro cassettino del masterizzatore si apre e possiamo impugnare il nostro CD-R perfettamente masterizzato.



 

 


 


COMMENTA IL CAPITOLO:
LASCIA UN POST SUL "MURO"
UTILIZZANDO IL LINK A FIANCO...