Fine Luglio 2011: il comple del Beno si appropinqua e decidiamo di organizzare un simpatico falò in spiaggia!

Ovviamente ci rivolgiamo al nostro "solito posto", un tratto di spiaggia libera che si presta particolarmente a questo tipo di evento poiché il parcheggio (adatto per auto e moto) è molto vicino alla spiaggia: il materiale da trasportare non è poco e - Vi assicuro - questo è un parametro da tenere ben in considerazione quando si sceglie un luogo per una festa in riva al mare.

Arriviamo in loco versò metà pomeriggio e veniamo subito raggiunti da Amici: insieme iniziamo la preparazione del "campo".



Ecco Marcello alle prese con il fuoco: questo Ragazzo ha creato un falò davvero straordinario. La forma creata con le pietre, le caratteristiche di tiraggio e la sapiente disposizione del legname offrono sicuramente spunti di riflessione: la piromania è una scienza esatta?



 

Il risultato è eccellente:

 


Il "campo" inizia ad assumere una sua connotazione: si iniziano ad identificare le zona "aperitivo" / "stuzzicheria" ...



... e la zona "cucina".
 


Il sole sta per tramontare ed il campo è a buon punto: tutto è quasi pronto e ognuno indossa le proprie tenute "da falò":



La realizzazione del "campo" punta ad assumere una forma circolare: oltre a rendere l'atmosfera più intima si coadiuva il fattore sicurezza che, in questi luoghi sempre un po' isolati, è meglio saper gestire.

Ecco Monja e Stefania che, eseguendo niente meno che un balletto, finiscono di guarnire il Campo con gli ultimi addobbi:



Carne di qualità TOP: sapientemente guarnita e condita a dovere attende solo di essere cotta e gustata!
 


E se per la cura del fuoco Marcello ha dimostrato notevole predisposizione... ve lo raccomando alle prese con il barbecue: una prestazione da chef professionista.

 


E finalmente la "cucina" apre: aperitivi e stuzzichini in attesa di gustare una gustosissima carne ai ferri.

 


Ecco: la banana. Chi c'era SA cosa questo frutto ha rappresentato per i membri della combriccola: lo sguardo languido del Tony non presagisce nulla di buono.

 


Si sono, infatti, creati forti legami di tipo fisico tra il frutto e diversi membri del gruppo: piccoli combattimenti per la conquista del desiderato gonfiabile non hanno tardato a verificarsi.

 

 

I fumi prodotti dalla legna bruciata mischiati all'alcool iniziano a provocare i primi sintomi di schizofrenia: anche Zago, nonostante la sua storica aplomb, non è immune al nefasto influsso chimico:



Mentre tutti lavorano e si danno da fare occorre che qualcuno "vegli" su tutto l'entourage: preoccuparsi di controllare che tutto proceda bene occupandosi anche della sicurezza del Campo è un compito che spetta al Beno.

E dopo le dure ore di lavoro (trascorse per la maggior parte del tempo nel trasportare il legname dalle auto al campo...) il Beno si concede un minuto di relax nei pressi del falò in compagnia di un buon Monte.



Naturalmente è presente anche la "zona notte": un twin di tende (collaudate) posizionate nella zona nord del Campo allieteranno le MOLTE ore di "sonno" che precederanno, di poco, l'alba.
 


Si alternano momenti di lavoro a momenti di relax: ecco Martina e Beno che si concedono qualche romantico attimo di riposo:

 

 

Due parole sul clima che ci ha accompagnato per tutto il tempo: io non SO se la perfezione sia un concetto astratto o un qualcosa che, semplicemente, si ambisce di raggiungere ma difficilmente si riesce ad afferrare... ma nella giornata di venerdì/sabato la perfezione in fatto di clima era davvero tangibile. Era li, tra noi, e si smangiucchiava una salsiccia cotta alla perfezione.



Ecco il palo cagiato dedicato al Geocaching (3 metri di lunghezza con indicazione notturna di prossimità) piazzato in prossimità del "campo". Ha dato i suoi frutti: l'amico Ravestorm ci è venuto a trovare ed ha condiviso con noi alcune ore.



Anche le lanternine posizionate in prossimità della riva si sono rivelate un buon acquisto: ottima scenografia a prezzo ridotto!



Gli "effetti di luce notturna" iniziano a farsi strada:



Niente male anche le stuoie ciozze che abbiamo piazzato: hanno il loro perché. Sapientemente controventate per far fronte ad una brezzolina proveniente da sud regalano quell'intimità in più che... fa la differenza...



Davvero belle Persone quelle che c'erano: quando un gruppo è composto da persone intelligenti, volenterose e... belle... è difficile annoiarsi...
E mentre si chiacchiera e ci si rifocilla... uno sguardo al falò che... è sempre in grado di regalare momenti di pura magia.



Se è vero che si può utilizzare un coltellino svizzero in stile MacGyver... è anche vero che con un machete parecchio incazzato le cose vanno decisamente meglio. Qui... Marcello sta letteralmente dividendo le costine per la cottura.



Il "trio" si rilassa dopo le fatiche del pomeriggio:
 


Siamo ormai a notte e, appollaiati in prossimità del fuoco, si parla di vita vera.



Non si dormirà molto, inutile dirlo, e la colazione del giorno dopo è a base di un salutare Bacardi Breezer.



Un fugace sguardo all'alba ed è ora di smontare il Campo.



Colazione in un ambiguo motel situato sulla Romea... e si ricomincia a vivere.

E a chi non è potuto passare dico... beh: Vi siete persi qualcosa. Vedete di non ripetere l'errore.



 




 


COMMENTA IL CAPITOLO:
LASCIA UN POST SUL "MURO"
UTILIZZANDO IL LINK A FIANCO...