30 Aprile 2017.

Domenica abbiamo partecipato al torneo Memorial Dente organizzato dai Panters Softair, un torneo organizzato per divertirsi – certo – ma anche e soprattutto per ricordare Dente, un “collega” softgunner scomparso a cui questo gioco è sempre piaciuto molto.

Campo situato nei pressi di San Martino in Casola: un campo di cui avevo solo sentito parlare (“è un capo molto duro” … “è un campo colmo di fango” … “è pieno di rovi” … […] ecc..) e che invece, devo dire, mi ha stupito positivamente: l’ho trovato semplicemente bello! Grandezza del campo non eccessiva, bosco di media difficoltà e vegetazione ideale per il nostro gioco, insomma: una figata.

Il gioco prevedeva due opposte fazioni, ad ognuna delle quali era affidato un campo base che doveva essere difeso.
Il campo base poteva essere attaccato ma non poteva essere "posseduto dalla fazione avversaria" (quindi una volta conquistato doveva essere lasciato libero).

Erano inoltre presenti sul campo 6 avamposti che dovevano essere conquistati e poi mantenuti:
 


In ogni avamposto era presente un modulo di registrazione sul quale veniva indicato l’orario di ogni conquista.

A fine giocata sono stati quindi assegnati i punteggi in base ai minuti in cui l'avamposto è rimasto in possesso di una o dell’altra fazione.
Semplice, fatto bene, efficace.

Mi è piaciuto moltissimo l’utilizzo del codice QR necessario per “autenticare” la conquista di ogni avamposto: senz’altro un’idea dalla quale potremmo trarre spunto, secondo me.

Arriviamo puntuali al punto del parcheggio: una sorta di casale…



Si parcheggia…
 


… e si inizia la fase preparatoria:
 


… vestizione:
 


… trucco:
 


…e cogliamo l’occasione per una foto di gruppo:



Il regolamento, che prevede due principali fazioni opposte, coinvolge ogni squadra che partecipa al Torneo in modo che ci si divida equamente per metà di ogni squadra per ogni fazione (per bilanciare le forze e soprattutto gli animi!).

Ed ecco, quindi, i due gruppi dei Centauri:
 


Ci spostiamo verso il briefing… controllo GPS e armi…
 


… “due parole” dette dall’organizzazione…
 


…ed iniziamo a muoverci verso i due opposti campi base:
 


Durata di 4h: un tempo non eccessivamente lungo ma sufficiente per una partita divertente!

Nel nostro gruppo io e il Tony iniziamo subito di buon passo e ci dirigiamo verso il WP “Fiume Alto”:
 


Dopodiché… la tattica si alterna tra momenti di casino totale (via radio si sente di tutto e si dice di tutto) e sprazzi di lucidità in cui si riescono a coordinare attacchi fatti davvero bene.

Si gira per il bosco in lungo e in largo:



E’ un bosco davvero bello, proprio come piace a me: di media difficoltà e con la possibilità di usufruire di ripari in caso di ingaggio:



Non mancano momenti in cui si uniscono le forze con i vari giocatori sparsi per il Campo per coordinare attacchi insieme:



Approfittiamo del discreto numero di giocatori e ci spingiamo fino alla conquista del WP “Tana del Luppolo”. Una volta conquistato… rimaniamo in difesa in 4 giocatori:



Ci attaccheranno presto ma… niente da fare.



Teniamo duro e il WP rimane nelle nostre mani.



Il tempo passa… e, in solitaria ed in compagnia, cerchiamo di fare un “po’ di tutto”!

Arrivano le 13.40 ed è ora di un meritato rinfresco:



Naturalmente, come sempre avviene in questi casi, cibo dietetico e massima cura nel bilanciare le proprietà organolettiche dei cibi; in pratica un’abbuffata di qualsiasi cosa:



Si mangia e… si beve!

Ottima atmosfera e in men che non si dica sono le tre del pome.
Per noi ferraresi è ora di rientrare.

Quindi… salutiamo tutti… ci prepariamo, ci gustiamo un ottimo caffè in loco...



… e rientriamo verso casa!

Bella partita e gente corretta, una giornata di sole e un’ottima mangiata: meglio di così!





 




 


COMMENTA IL CAPITOLO:
LASCIA UN POST SUL "FORUM"
UTILIZZANDO IL LINK A FIANCO...